Tirocini Formativi

DOCUMENTO INFORMATIVO SULLE PROPOSTE DI TIROCINIO E STAGE IN AFFIANCAMENTO A MAGISTRATI PRESSO L'UFFICIO GIUDIZIARIO

 

Presso il Tribunale di Rimini sono ammessi vari tipi di tirocini formativi in affiancamento a magistrati, nonché tirocini curriculari in convenzione con le Università di Bologna e di Urbino, secondo quanto previsto:

  1. dall'art. 73 legge 9 agosto 2013, n. 98, come modificato dagli articoli 50 e 50-bis del D.L. 24 giugno 2014, n. 90 convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114

    Trattasi di tirocinio della durata di 18 mesi, riservato ai laureati in giurisprudenza che non abbiano compiuto i 30 anni di età e abbiano conseguito un punteggio di laurea non inferiore a 105/110 ovvero una media di almeno 27/30 negli esami di diritto costituzionale, diritto privato, diritto processuale civile, diritto commerciale, diritto penale, diritto processuale penale, diritto del lavoro e diritto amministrativo il cui esito positivo costituisce titolo per l'accesso al concorso per magistrato ordinario, a norma dell'art. 2 D.Lgs. 160/2006 e succ. mod. e per ogni altra agevolazione di legge.

    La domanda può essere presentata presso questo ufficio con l'apposito modulo domanda di ammissione e va consegnata, dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00, presso la segreteria della Presidenza del Tribunale di Rimini situata al piano I del Palazzo di Giustizia.

  2. dall’art. 37 commi 4 e 5 legge 111/2011, in forza di Convenzioni del Tribunale di Rimini con la
    • Scuola di Specializzazione delle Professioni legali “Enrico Redenti” – Università di Bologna, stipulata il 30-10-2014. Gli iscritti alla Scuola possono essere ammessi a svolgere, presso il Tribunale, in conformità della detta convenzione, il primo anno del corso di specializzazione
    • Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Urbino “Carlo BO”, stipulata il 17-10-2003 e tacitamente rinnovata. Gli iscritti alla Scuola possono essere ammessi a svolgere tirocini formativi e di orientamento
    • Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, stipulata il 14-03-2011. Gli studenti possono essere ammessi a svolgere:
      • tirocinio curriculare: il tirocinio rivolto agli studenti che completa il percorso di studio per il conseguimento del diploma, con attività formative pratiche svolte in strutture anche esterne all’Ateneo; tale tirocinio favorisce anche un primo incontro con il mondo del lavoro;
      • tirocinio formativo e di orientamento: il tirocinio rivolto a laureandi e/o laureati che abbiano terminato gli studi da non più di diciotto mesi, finalizzato alla conoscenza diretta all’inserimento nel mondo del lavoro. E’ uno strumento facoltativo che consente di realizzare una reale esperienza lavorativa (pur non costituendo, parimenti al tirocinio curriculare, un rapporto di lavoro) parallelamente o successivamente al periodo di studio;
    • Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, stipulata il 20-02-2004 e tacitamente rinnovata. Gli iscritti alla Scuola possono essere ammessi a svolgere tirocini formativi e di orientamento;
  3. dal Decreto Rettorale 25/07/2001 n. 213/36 di istituzione della Scuola di Specializzazione delle Professioni legali “Enrico Redenti” - Alma Mater Studiorum – Università di Bologna,
    • in forza di convenzione stipulata il 30-10-2014 gli iscritti alla Scuola possono essere ammessi a svolgere, presso il Tribunale, stages e tirocini con attività teoriche e pratiche, per un totale di 100 ore.

DOVERI GENERALI DEL TIROCINANTE

L'ammissione al tirocinio presso il Tribunale di Rimini sospende, per tutta la durata del tirocinio, la pratica forense presso il medesimo ufficio giudiziario.

E’ fatto obbligo al tirocinante di dichiarare, all’atto dell’ammissione o al momento della successiva sopravvenienza, l’iscrizione alla pratica forense anche se presso un diverso foro, indicando il nominativo del professionista di riferimento e il periodo (eventualmente anche pregresso) di svolgimento della pratica.

I tirocinanti sono inoltre tenuti a rispettare i seguenti obblighi:

  • seguire le indicazioni del coordinatore e del magistrato formatore, facendo riferimento a costoro per qualsiasi esigenza di tipo organizzativo od altre evenienze;
  • svolgere, sotto la guida ed il controllo del magistrato formatore, le attività previste dal progetto formativo con diligenza, correttezza e lealtà;
  • rispettare gli orari concordati con il magistrato formatore, e tenere con diligenza il "quaderno" del tirocinante;
  • concordare con il magistrato formatore che ne riferirà al Coordinatore del settore, le eventuali assenze che dovranno comunque essere recuperate;
  • rispettare le norme in materia di igiene e sicurezza;
  • rispettare gli obblighi di riservatezza e segreto in relazione a notizie e dati di cui venga a conoscenza durante lo svolgimento del tirocinio;
  • dichiarare al magistrato formatore ogni possibile situazione di incompatibilità che egli abbia con le cause che sta trattando e astenersi dallo studiare fascicoli o seguire udienze relative a cause in trattazione davanti al magistrato formatore proveniente dallo studio legale ove svolge/ha svolto pratica forense.

Il tirocinio potrà essere interrotto in qualsiasi momento dal Presidente del Tribunale nel caso in cui siano violati gli obblighi di cui sopra e per sopravvenute esigenze organizzative dell'ufficio giudiziario.

Ogni ulteriore informazione sulle proposte di tirocini può essere richiesta presso la segretaria della presidenza, ovvero all’indirizzo di posta elettronica: mavia.martarelli@giustizia.it



Tirocini Formativi
04/06/2018 - Documento informativo tirocinio ex art. 73 legge 9 Agosto 2013 n. 9
Scarica il file in formato PDF - 137 Kb
29/05/2018 - Tirocini art. 73 - Linee guida
Scarica il file in formato PDF - 60 Kb
25/09/2015 - Domanda tirocinio ex art. 73 legge 9 Agosto 2013 n. 9
Scarica il file in formato DOC - 35 Kb
24/09/2015 - Mansionario tirocinio ex art. 73 legge 9 Agosto 2013 n. 9
Scarica il file in formato PDF - 82 Kb